“Il Suono Della Domenica” il romanzo autobiografico di Zucchero, in libreria da novembre

Sarà disponibile da novembre in tutte le librerie “Il Suono Della Domenica – Il romanzo della mia vita” di Zucchero Fornaciari. In queste settimane Zucchero incontrerà i lettori per presentare la sua autobiografia. Di seguito gli appuntamenti e la scheda del libro.

8 novembre, MILANO , Fnac ore 14.30, via Torino
21 novembre, FIRENZE, Feltrinelli, ore 15, via de Cerretani
27 novembre, TORINO, Mondadori, ore 15, via Monte di Pietà 2

IL SUONO DELLA DOMENICA – Il Romanzo Della Mia Vita

Più di cinquanta milioni di dischi venduti. Ha creato canzoni cantate dal mondo intero, interpretandole con Miles Davis, i Queen, Eric Clapton, Joe Cocker, Sting, Jeff Beck, Luciano Pavarotti, B.B. King, Dolores O’Riordan, Macy Gray.

Figlio di un “voltaformaggio” e di una casalinga, il piccolo Adelmo Fornaciari cresce a Roncocesi, tra i campi, vicino a Reggio Emilia. Un mondo piccolo tra la cooperativa comunista e la parrocchia di don Tajadela, il prete bello grosso, popolato di personaggi memorabili come la nonna Diamante, il nonno Cannella, lo zio Guerra, maoista che mangiava solo riso, la Vittorina che si piega per gonfiare la ruota della bicicletta e gli mostra le mutande, rivelandogli cosa c’è sotto e spalancandogli la porta dell’erotismo e delle fantasie sessuali. Siamo a metà degli anni Cinquanta, in quel gran pezzo dell’Emilia, terra di comunisti e di motori, di cucina grassa e di cantanti. Delmo aggiusta in officina il suo mosquito che non parte mai, dorme in una camera dove stanno appese sopra il suo letto meravigliose coppe, salami, ciccioli, prosciutti. Si sveglia alla mattina unto e profumato di grasso. E va in chiesa a suonare l’organo. In cambio serve messa. Un mondo antico fatto di fatiche, ma anche di un inesausto desiderio di felicità. Siamo alla vigilia del boom economico e Delmo vola sui seggiolini del calcinculo del luna park alla fiera di San Biagio. C’è il giradischi. Ascolta il beat emiliano dei Nomadi e dell’Equipe 84, ma anche Let It Be dei Beatles e A Whiter Shade Of Pale dei Procol Harum. Cambia il set. Dall’Emilia Adelmo si sposta nella Forte dei Marmi delle estati ricche e degli inverni poveri, delle balere e dei dancing. Poi nella Carrara anarchica. Non smetterà più di inseguire le sue radici, cantando e suonando in tutto il mondo.

Zucchero racconta la sua vita in un romanzo sorprendente che al ritmo arcaico della campagna alterna quello martellante del blues. Un’epopea di terra, di carne, di sesso. Non senza dolorosi lati oscuri. Una vita autentica e sfrenata accompagnata da un sound dionisiaco, a volte diabolico, che si distende nel suono dolce della domenica.

23 Comments

  1. maria Reply

    Tu, che insegui sempre le tue radici ma alla fine sei un migrante,
    tu, che non sai che cosa sia il razzismo perchè la tua musica è universale,
    tu, che come noi hai provato la gioia,il dolore e la paura,
    usa la tua meravigliosa voce per abbattere i muri che ancora ci dividono,
    tu, che hai sempre cantato l’amore, trasforma la tua voce in un ponte
    per farci attraversare il mondo e ritrovare il nostro cuore.
    Tu lo puoi fare
    Ciao Zu,
    Maria

  2. carlotta Reply

    W la musica come cultura e w la cultura della musica!! Grande Zuk!!nn vedo l’ora di leggerti e di conoscerti fra le righe della tua vita!carlotta

  3. Michela Mariotti Reply

    Andrò naturalmente a comprare il libro. Vivendo a Roma,mi dispiace che non ci sia una data in cui Zucchero presenta il suo romanzo, perchè da sempre avrei avuto il piacere di conoscerlo, anche se per un’attimo.
    Michela Mariotti

  4. Ale Reply

    Non vedo l’ora di leggere il libro, peccato che zucchero si presenti lontano, ma a Venezia no? ( io sono di Treviso)….comunque grazie zucchero x esserci e rallegrare le mie giornate con la tua musica, sei il numero uno! God bless you, Ale;)

  5. Isabel Reply

    “Il Suono Della Domenica” will it be on sale in Portuguese?

    Me and my husband are great fans and went to Verona to see him last June.
    He asked the book for Christmas….

  6. Brigitte Reply

    Ho ricevuto la fantastica news grazie alla m.list … un po’ troppo tardi x l’incontro milanese che si terrà domani
    :'(
    Spero di riuscire cmq a prendere dei permessi al lavoro, difficile potendolo comunicare la mattina stessa ma…
    in Sugar we trust!

  7. Brian Fitzgerald Reply

    Anche se parlo italiano molto bene, mi piacerebbe vedere questo libro scritto in inglese e … vorrei comprare sia per avere la sensazione reale delle parole di Zucchero.

  8. riccardo Reply

    Grande libro e grande Zu!!

    Peccato niente Roma per la presentzaione del libro..ieri sera concerto FAVOLOSO!!!

    In blues we trust !!!

    Ciao!!!

  9. Adele Reply

    Vorrei sapere perché quando ascolto alcuni tuoi brani, sopratutto “Il Suono Della Domenica”, mi viene un nodo in gola e mi scendono lacrime in viso. Sono stata al tuo concerto del 2 giugno a Verona, portando con me i miei figli, per trasmettere anche a loro le forti emozioni che susciti.
    E pensare che ieri ho perso l’occasione di essere a un passo da te e guardarti negli occhi, alla libreria Feltrinelli di Firenze. Non posso pensare che non ci sarà un’altra opportunità come questa……….grazie di esistere. Ciao, Adele

  10. Antonella Valente Reply

    Can I order Zuccheros Book, Il Suono della Domenica. How can I do this, or can you tell me where it is sold in Toronto.

    Antonella

  11. giusi Reply

    Caro Zucchero, ho chiuso l’ultima pagina di “Il suono della domenica”e mi sono sentita come la particella di sodio dell’acqua Lete dove ogni bollicina era una emozione che è scomparsa nel momento in cui ho chiuso il libro.
    Grazie, è stato un bel regalo e spero tu gradisca il mio: “Una cultura è grande esattamente quanto lo sono i suoi sogni, e questi sono sognati dagli artisti” L.R.Hubbard

  12. GIANNA Reply

    CIAO Zucchero, ho conosciuto bene i posti di cui parli: Roncocesi, la parrocchia, Don Giovanni (che però non sapevo lo chiamavate Don Tagliatella), la coperativa… Anch’io ci abitavo più o meno in quegli anni. Un mondo semplice, contadino. Ora si é allargato molto, hanno costruito parecchie case e c’é molto più rumore. Se potrò comprerò il libro. Ti ho visto in tele da Fazio. Sei un pochino sfatto fisicamente. Dai, coraggio, rimettiti in forma che sei ancora giovane!!!

  13. Susana Reply

    Soy fan de Zucchero, como puedo conseguir el libro en la Argentina
    agradecere muchisimo este dato.
    Gracias
    Susana Imhof

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Copyright Zucchero & Fornaciari Music Srl 2016 - Tutti i diritti riservati

UNIVERSAL MUSIC ITALIA s.r.l. Via Benigno Crespi, 19 - 20159 Milano P.IVA IT03802730154

Powered by imSocial